BioUpper, la prima “call for ideas” italiana nell’ambito della scienza della vita che ha visto circa 120 candidature per poi diventarne 20, fino a decretare i 10 finalisti, ha premiato nella finale di ieri primo aprile, le tre migliori idee di business innovative, che si aggiudicano un premio di 50 mila euro.

EVARplanning, Panoxyvir e Wrap si aggiudicano il podio della prima edizione di BioUpper.

EVARplanning è un sistema computerizzato che permette di ricostruire la complessa anatomia dell’aorta: dalla pianificazione al rendering dell’impianto endo-protesico.

Panoxyvir è uno spay nasale antivirale che permette di prevenire e curare il raffreddore attraverso l’innovativo uso di ossisteroli, molecole derivate dall’ossidazione del colesterolo.

Wrap, medicazioni attive prodotte con stampati 3D che consente di curare e rimarginare ferite croniche o chirurgiche, con chitosano o altri materiali biocompatibili.

BioUpper ha consentito di amalgamare pubblico e privato per generare innovazione, in particolare nel settore biomedico, e di far emergere la ricerca di qualità e di inserirla nel mondo del business, trasformando ricercatori in imprenditori. Li ha infatti accompagnati dapprima in un percorso di affiancamento presso PoliHub in collaborazione con Humanitas, con lezioni ed incontri con professionisti del settore, finanziatori e business angels in modo da conferire all’idea bio-tech una strutturazione di business, con tanto di business modelfinalizzato al “go to market”. E successivamente solo i 10 team finalisti hanno preso parte al programma di accelerazione di due mesi.

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Salute, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dalla Conferenza dei Rettori delle Università italiane (CRUI).

Giovanna Di Troia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>