Il Social Enterprise World Forum (SEWF), dopo l’unica tappa europea ad Edimburgo nel 2008, per l’edizione targata 2015 sbarca in Italia, a Milano dall’1 al 3 luglio, presso l’Università IULM.

Giunto alla sua ottava edizione, è il più grande evento a livello internazionale sull’impresa sociale, in Italia è organizzato dalla Fondazione ACRA-CCS con il sostegno di numerosi partner. Il Social Enterprise World Forum si articola in 40 workshop, plenarie e 170 rinomati relatori a livello internazionale nel campo della social enterprise e dell’impact investment, animeranno il dibattito intorno al tema centrale “Growing a New Economy”. Sei le sottosezioni in cui si articolerà il tema centrale: “L’ecosistema che promuove l’impresa sociale”, “Le imprese sociali: una soluzione vincente alla lotta alla povertà”, “Nutrire il pianeta attraverso le imprese sociali”, “La sfida di una comunicazione efficace per le imprese sociali”, “Impact Investing: riallineare le aspettative”, senza tralasciare “I giovani e le imprese sociali”. Inoltre, lo Speaker’s Corner consentirà di confrontarsi e condividere esperienze con imprenditori sociali, creando network.

Nell’anno dell’Expo, la cerimonia d’apertura del Social Enterprise World Forum, non può che svolgersi proprio nell’auditorium dell’Expo, avendo così anche la possibilità di viaggiare tra le meraviglie dei vari Paesi all’interno dei padiglioni.

Tante le personalità carismatiche nazionali ed internazionali che interverranno. L’economista Michael Green presenterà per la prima volta in Italia l’indicatore che misura il progresso sociale e che integra il Pil, il Social Progress Index. Durreen Shanhaz, l’imprenditrice che ha lanciato la prima borsa per imprese sociali: Impact Investment Exchange Asia. Farhan Fiza che ha sviluppato un modello di green economy in Pakistan e inserita da Forbes tra i 30 giovani imprenditori sociali di eccellenza del 2015. Hand Harish che ha ideato un’impresa sociale sfruttando l’energia solare a beneficio dei più poveri, la SELCO-India, ed è stato insignito del Ramon Magsaysay Award, premio considerato alla stregua del Nobel per l’Asia. Antony Kamoto che con la sua impresa PureFresh garantisce acqua potabile a fasce della popolazione del Kenya che ne sono escluse. Le sorelle britanniche Ruth e Amy Anslow che hanno rivoluzionato il concetto di supermercato fondando hiSbe Food CIC, una catena di supermercati indipendenti che sono al servizio delle comunità, considerando prioritaria la felicità dei clienti, del personale, dei fornitori e credendo fortemente in un’industria alimentare etica e sostenibile. Jack Sim che con il suo network con più di 200 organizzazioni cerca di diffondere a livello mondiale pratiche igieniche tra i più poveri ed inoltre è un Ashoka Global Fellow.

Tra gli speaker italiani spiccano Giovanna Melandri, Presidente di Human Foundation, Luciano Balbo che ha lanciato l’innovativo Fondo di Investimento Sociale – Oltre Venture, Giuseppe Guzzetti, Presidente Fondazione Cariplo, tra le più importanti organizzazioni filantropiche nel mondo, Stefano Granata, presidente del Gruppo Cooperativo CGM, la più grande rete di imprese sociali in Italia, Riccarda Zezza che ha rivoluzionato la maternità nel lavoro e il concetto di leadership, insieme a Andrea Vitullo, ideando il progetto maam.

A chiudere il Social Enterprise World Forum il padre del microcredito e Premio Nobel per la Pace Muhammad Yunus.

Il Forum offre inoltre un’opportunità ai primi 35 giovani imprenditori sociali under 26 che si sono iscritti all’evento: un viaggio da Milano a Napoli, a bordo del treno Freccia Rossa con uno storyteller d’eccezione, il Premio Nobel Muhammad Yunus. Il treno partirà il 4 luglio da Milano per arrivare a Napoli e visitare poi le imprese sociali. Il viaggio d’eccezione è reso possibile dalla collaborazione con Ferrovie dello Stato e Fondazione ItaliaCamp.

 

Traveling with Yunus. Sewf 2015

 

Un ulteriore concorso, #PoterealleParole, lanciato dai comici di Zeling, metteva in palio cento biglietti offerti dalla Fondazione Cariplo, fornendo semplicemente una propria definizione o un proprio slogan di impresa sociale. Così cento giovani imprenditori sociali possono partecipare al Forum con un prezzo scontato a 40 euro invece di 450.

Il Social Enterprise World Forum offre anche la possibilità di assistere alle prove ufficiali di Otello di Gioacchino Rossini alla Scala di Milano.

Nei giorni precedenti o successivi al Forum sono disponibili anche i “Field Trip” per coloro i quali desiderino conoscere le principali imprese sociali italiane. I pacchetti previsti comprendono: Napoli, Brescia, Torino, Como e Milano, Emilia Romagna e San Patrignano, Verona e Venezia.

Infine, l’artista macedone, Robert Gligorov ha realizzato per l’occasione un’opera simbolo: “Faceland”, un parallelismo tra la terra ed il volto per indurre a tenere per l’ambiente, la stessa cura che si ha per la propria pelle. Il disegno verrà riprodotto sulle t-shirt ad edizione limitata durante il Forum e sosterrà le imprese sociali della Fondazione ACRA.

Giovanna Di Troia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>