Rinascimenti Sociali è il primo acceleratore italiano di conoscenza, innovazione e imprenditorialità ad impatto sociale, ideato da SocialFare, centro per l’innovazione sociale che sostiene idee che nascono dal basso, tenendo sempre presente il Bene Comune, in collaborazione con Top-Ix, consorzio senza fini di lucro che sostiene progetti di innovazione tecnologica. Il suo diretto predecessore è la conferenza “Social Renaissance” tenuta il 26 giugno 2014 a Torino presso il Teatro Juvarra e ha visto la partecipazione di oltre 30 speakers tra italiani, europei ed americani che si sono confrontati sul tema dell’innovazione sociale. Mentre l’inaugurazione è avvenuta il 10 marzo scorso a Torino presso l’Istituto delle Rosine.

Social-Renaissance

Nato dalla convergenza tra pubblico e privato, Rinascimenti sociali si propone di accelerare start up ad impatto sociale per dare vita a nuovi modelli di welfare, favorire lo sviluppo del territorio e il benessere della comunità. Sostanzialmente si focalizza su tre azioni: coinvolgere, formare, accelerare avvalendosi di tre strumenti: tecnologia, finanza, internazionalizzazione.

Rinascimenti Sociali cerca dunque di rispondere alle nuove sfide sociali, puntando a creare ed accrescere le conoscenze e le competenze nell’ambito dell’innovazione sociale (social design, tecnologia sociale, impatto sociale, finanza sociale), supportando la crescita delle start up e massimizzando l’impatto su ampia scala.

Rinascimenti Sociali si avvale inoltre di una rete di partner nazionali ed internazionali che comprende raggruppa esperti in nuove tecnologie, consulenti, ingegneri gestionali e tra essi c’è la fondazione non profit londinese,The Young Foundation.

 

 

Tra le start up che già rientrano nel programma di accelerazione ci sono Villa Rizzi, centro di socializzazione al lavoro che si occupa di  agricoltura sociale, in particolare delle erbe officinali ed aromatiche e DinamoCoop impresa sociale multi servizi per i suoi otto diversi settori: artigianato e falegnameria, decorazioni murali, manutenzione delle strutture e delle aree verdi, servizio catering, gestione dei distributori automatici ed ancora trasporto e montaggio mobili, infine pulizie di spazi sia privati che pubblici.

SocialFare si è occupata anche dei progetti Come up, piattaforma web che offre spazi in co-housing, Buona Spesa che genera comportamenti d’acquisto più sostenibili, Sapori Sociali start up che vende prodotti delle imprese e delle cooperative sociali del territorio.

SocialFare è una srl voluta dalla Congregazione dei Giuseppini del Murialdo che da fine ottocento offre formazione e inserimento lavorativo ai giovani in difficoltà e con Don Danilo Magni ha iniziato a puntare alle start up sociali, SocialFare-innovazione socialereinvestendo gli utili nei progetti, in formazione e coesione sociale e non dividendoli tra i soci. Don Magni, il prete-startupper come è emerso dalla cronaca, è il presidente di SocialFare ed sua l’idea del Gruppo Spes che produce cioccolato artigianale e si avvale di una rete di punti vendita e laboratori che comprendono anche il carcere minorile di Torino e che nel 2013 ha acquisito la produzione e commercializzazione di prodotti al cioccolato col marchio “La Venaria Reale” .

Il mondo delle imprese sociali trova sempre più la “benedizione” dal mondo religioso che punta a veri e propri “rinascimenti” che coinvolgono il welfare, il lavoro, il sistema educativo, l’intera comunità, ponendo al centro le marginalità e le disuguaglianze. Inoltre, il mondo dell’innovazione sociale non ha dalla sua solo il prete-startupper torinese che da anni aiuta i giovani nella creazione di imprese sociali, ma anche il Papa innovativo e testimonial d’eccezione delle start up ad impatto sociale.

 

Giovanna Di Troia

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>